Si parla molto del peeling chimico come tecnica di ringiovanimento, e come un’alternativa meno drastica al lifting. Ma sappiamo davvero come funziona?

Cos’è e a cosa serve?

A 20 anni, la nostra pelle smette di produrre grandi quantitativi di collagene. E così, a causa delle espressioni del viso, dell’esposizione al sole, del tempo che passa iniziano a formarsi le rughe. Le uniche occasioni in cui la pelle produce nuovamente grandi quantità di collagene è in caso di trauma: ed è qui che interviene il peeling. Gli acidi usati penetrano nell’epidermide e poi nel derma fino a raggiungere lo strato sottostante del collagene, “traumatizzandolo” in modo che sia stimolato a riprodursi.

Ci sono diversi tipi di peeling, 3 livelli di azione: 7%, 15% e 35%. Per i primi due vengono utilizzati gli acidi lattico e glicolico, e anche se la loro azione è più superficiale è comunque indispensabile l’intervento del medico. Il peeling al 35% è molto più forte, e necessita di un periodo di almeno una settimana prima di poter uscire nuovamente di casa (non solo per il sole, ma anche perché si è… inguardabili!). Riesce però a rimuovere anche le macchie scure e le cicatrici. Pare sia questo il tipo di peeling a cui si sottopongono le stars prima di un’apparizione da… Red Carpet!

Peeling chimico prima e dopo

Il risultato del peeling è davvero ottimo, con un ringiovanimento evidente e la cancellazione totale di buona parte delle rughe. Purtroppo, però… dura solo per qualche mese! E i peeling casalinghi, quelli che possiamo acquistare in farmacia o in profumeria? Certamente non arrivano al livello profondo del collagene, quindi funzionano in modo diverso, rimuovendo semplicemente lo strato superficiale di cellule morte e donando luminosità al viso.

Un consiglio da ricordare: non fate mai peeling dall’estetista, ma solo da un medico esperto. Il risultato di un peeling sbagliato può essere orrorifico, stiamo sempre parlando di acidi. Può essere un buon rimedio per la nostra pelle ma bisogna sempre essere attenti in quanto non è un rimedio naturale e le conseguenze negative possono essere dietro l’angolo. Di certo i risultati sono soddisfacenti, in quanto la maggior parte delle persone ha conseguito delle buone conseguenze dopo aver fatto il peeling chimico, ma non tutti siamo uguali e quindi massima attenzione prima di fare la scelta di affidarsi al peeling chimico per la pelle!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *