Le sostanze antiossidanti sono importantissime per prevenire l’invecchiamento delle cellule dell’organismo e, di conseguenza, per assicurarsi una giovinezza prolungata..voi donne lo sapete bene! La sostanza che permette tutto questo è nient’altro che una vitamina: la vitamina E per la precisione, una vitamina liposolubile, vale a dire solubile nei grassi. Insieme alla vitamina A, la vitamina E mantiene giovane la pelle e risulta fondamentale contro i radicali liberi.

La vitamina E e l’alimentazione

Come per tutte le altre vitamine anche la vitamina E ha bisogno di essere introdotta con l’alimentazione: qui di seguito trovate i cibi che la contengono. I principali alimenti che contengono la vitamina E sono gli oli spremuti a freddo (di girasole, di mais, extravergine di oliva, di fegato di merluzzo, di oliva e di arachide), le nocciole, la soia, la margarina, l’avocado e, in misura inferiore, alcuni tipi di formaggio come il pecorino, la fontina, il taleggio, il parmigiano, il gorgonzola, il provolone e il grana.

Anche i formaggi freschi come la ricotta, la mozzarella e la caciotta fresca contengono vitamina E, come il latte di vacca intero, in misura maggiore, e parzialmente scremato, in misura minore. In piccole quantità la vitamina E è presente anche nel pesce, nel pollame, nelle uova e nella carne. Per mantenere una buona salute e, soprattutto, per prevenire l’invecchiamento non farti mai mancare la vitamina E!

Come eliminare le sostanze dannose dal nostro organismo

Dovete prestare attenzione al consiglio più importante ovvero non dovete aver fretta di incominciare una dieta o cura disintossicante, bisogna pianificare con estrema cura l’inizio. Se il vostro obiettivo è quello di eliminare tante tossine accumulate nel tempo, dovete prendere 3 o 4 settimane di tempo e tener presente che dovete ripetere questa cura 2 o 4 volte l’anno. La prima volta che incomincerete una cura disintossicante, concentrerete tutto il vostro tempo a organizzare la preparazione, pianificare tappa dopo tappa tutte le fasi che dovrete affrontare.

Sicuramente le volte successive sarà meno faticoso, ma per la prima volta utilizzate anche un diario, non solo per ricordare le varie date ma per mettere su carta tutte le vostre sensazioni, le vostre eventuali difficoltà e descrivere dettagliatamente le evoluzioni di ogni fase. Ricordate che non sono sufficienti 3 giorni per purificarvi, è un lavoro che da i suoi frutti negli anni quindi prendetevi tutto il tempo possibile. Se continuerete a seguire i nostri consigli saremo molto lieti di darvi ogni aiuto di cui avrete bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *